ICONA

Grace, il mito torna al cinema

di Antonella Rossi
Al via le riprese del film Grace di Monaco, con la Kidman nei panni della principessa. Maestra di stile.
Il mito di Grace Kelly rivive al cinema grazie a al film Grace di Monaco.

Il mito di Grace Kelly rivive al cinema grazie a al film Grace di Monaco.

Grace Kelly, la star e la principessa, presto rivivrà in Grace di Monaco, la cui lavorazione inizierà tra qualche settimana nel Principato. A prestare il volto alla Kelly sarà Nicole Kidman, scelta dopo un lungo casting americano. Siamo nel 1962, Grace ha sposato Ranieri III e da sei anni è lontana dal set. Hitchcock, che a Hollywood la elesse a sua musa, la rivuole sulle scene e la tenta con la sceneggiatura di Marnie, storia di una cleptomane con problemi psichici. Grace di Monaco si concentra quindi su uno spaccato della vita dell’ex star, combattuta tra l’amore per il cinema e quello per la sua famiglia. Il film è già carico di molte attese, anche perché è il primo sulla principessa. Ma non sono mancate le polemiche, specie sulla scelta dell’attrice protagonista. Preferita alle colleghe per il fisico statuario simile a quello di Grace, e perché (sembra) avrebbe più chance di attirare il pubblico anglosassone, la Kidman ha 45 anni, contro i 26 che aveva la Kelly quando abbandonò la carriera. Inoltre, l’attrice australiana negli ultimi tempi è diventata un’abituè del botox, mentre Grace non ricorse mai al ritocchino. Altri tempi? Forse, quello che è certo è che il countdown è già iniziato.

Sul grande schermo la principessa avrà il volto di Nicole Kidman.

Sul grande schermo la principessa avrà il volto di Nicole Kidman.

UNA BELLEZZA FUORI DAI CANONI
Bionda, occhi azzurrissimi, un fuscello, Grace Kelly era così diversa dalla bellezza prorompente imposta dai modelli di quegli anni: Marylin Monroe, Ava Gardner, Judy Garland. E proprio a quest’ultima, nel 1955, la Kelly strappò un Oscar sul filo di lana, vittoria che la consacrerà a diva. Ma Grace era anche sovrana, mamma, e (per nulla scontato) icona di stile, in grado di conquistare i fan prima e i sudditi poi con un gusto impeccabile in ogni occasione: dal bordo piscina alla cena di gala. Emblema di una moda che ancora oggi ispira e fa scuola, la principessa vestiva Yves Saint Laurent, Dior, Givenchy e Balenciaga. Da ragazzina poco attenta al look, tanto da mortificare il fisico perfetto in abiti goffi e sgraziati (anche se si fa fatica a crederlo), si trasformò in una donna sicura di sé e consapevole del proprio fascino. Molto si deve alle costumiste di Hollywood: Helen Rose della MGM ed Edith Head della Paramount. La prima realizzò anche il suo abito da sposa, considerato il più bello di sempre (nelle sartorie della casa cinematografica, in un laboratorio che ogni sera veniva chiuso a chiave, lontano da occhi indiscreti), la seconda costruì il look easy chic sfoggiato nei film di Hitchcock e cucì molti dei suoi abiti più celebri, come quello acquamarina indossato per ritirare l’Oscar vinto per Country Girl.
DETTAGLI PREZIOSI
Tra gli oggetti moda cult di Grace la posizione d’onore spetta senz’altro alla Kelly di Hermès, che deve il suo nome proprio alla principessa di Monaco. Una borsa semplice e geometrica, capiente e perfetta per viaggiare, lontana dall’allure glamour che acquisterà in seguito. Grace la sfoggia per la prima volta durante un viaggio a Philadelphia e sembra che l’avesse scelta per coprire le rotondità della prima gravidanza. Ne aveva ordinate mezza dozzina in varie tonalità di colore, tra cui pelle nera, miele e rosso Hermès. La foto fece il giro del mondo, ma bisognerà aspettare vent’anni prima di poterla chiamare ufficialmente Kelly. Il resto è storia recente. Oggi la Kelly viene prodotta in otto misure e in un’infinità di materiali e combinazioni di colore, così come pure le sue “figlie” più moderne, su tutte la celebre Birkin, che ne ripropone linee e stile.
L’AMORE PER GLI ACCESSORI
Foulard e guanti erano immancabili nel guardaroba della principessa ma, a ben guardare, sono di gran moda anche oggi. Protagonista dell’estate 2012, al mare il foulard ha sostituito la classica bandana, mentre in città ha aggiunto un tocco chic alle serate all’aperto. Grace Kelly amava indossarlo intorno al collo, stretto in vita o arrotolato in testa, a mo’ di copricapo, per fermare l’acconciatura. Spesso lo portava in mano, unico vezzo di outfit minimal. Indispensabili poi i guanti, corti per il giorno e lunghi per la sera.

La confezione di Fleurissimo di Creed, il profumo creato appositamente per la principessa, su richiesta di Ranieri III.

La confezione di Fleurissimo di Creed, il profumo creato appositamente per la principessa, su richiesta di Ranieri III.

UN PROFUMO SU MISURA
Gettonatissimo da tante celeb anche il suo profumo, Fleurissimo di Creed. Amato da Jackqueline Kennedy, Madonna e Cindy Crawford, fu commissionato nel 1972 da Ranieri III a Monsieur Olivier Creed per la moglie. Il bouquet floreale di bergamotto e violetta si confonde con le note decise dell’ylang ylang e dell’iris. Monsieur Creed trasse ispirazione dai giardini fioriti di Granada, per realizzare una fragranza che contiene 2 mila essenze floreali, perfetto per una donna dal piglio deciso ma allo stesso tempo delicata, proprio come Grace.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Gallery, Red carpet Argomenti: , , Data: 06-09-2012 12:53 PM


Lascia un Commento

*