IL CONFRONTO

Streep e Dench, attrici senza tempo

di Beatrice Pagan
Professioniste indiscusse, Judi e Meryl sono veterane del set. Senza curarsi degli anni che passano.
Judi Dench "coccola" il suo Oscar, dopo il trionfo del 1999 per il film 'Shakespeare in love'.

Judi Dench "coccola" il suo Oscar, dopo il trionfo del 1999 per il film 'Shakespeare in love'.

A volte una breve apparizione sullo schermo è sufficiente per far emergere il proprio talento e convincere critica e pubblico. Lo sa bene l’attrice Judi Dench che, nel 1999, conquistò un premio Oscar per la sua interpretazione della regina Elisabetta I, presente in Shakespeare in love per meno di dieci minuti. L’attrice britannica, attualmente protagonista al cinema con Skyfall, nuovo film della saga dell’agente segreto James Bond, fin dagli inizi della sua carriera è stata corteggiata da produttori e registi, senza temere l’avanzare dell’età. Una situazione simile a quella di un’altra star: Meryl Streep che, a 63 anni, si riconferma come una delle icone del cinema contemporaneo e un esempio di stile e di vita.
NON TEMONO L’ETÀ
Judi e Meryl hanno saputo accettare la comparsa di rughe ed acciacchi fisici, continuando, film dopo film, a dimostrare la propria bravura, alternando ruoli intensi e drammatici a parti più leggere e divertenti. Senza mai suscitare scandali e dall’eleganza innata, le due attrici meritano un posto d’onore nella lista delle interpreti da ammirare e applaudire.
VITA PRIVATA SENZA SCANDALI
Recentemente, sul grande schermo Meryl Streep ha interpretato, nel film Il matrimonio che vorrei, una donna in crisi coniugale. Anche se, nella vita privata, è felicemente sposata con lo scultore Don Gummer, dal 1978 senza scandali. I due coniugi hanno saputo trasmettere l’amore per l’arte ai loro tre figli: Grace Jane e Mary Willa “Mamie” hanno infatti scelto di seguire le orme della madre e dedicarsi alla recitazione, mentre il loro fratello maggiore, Henry, è un musicista. Solo la più piccola di casa Gummer, Louisa Jacobson, per ora sembra non intenzionata a sfruttare la creatività di famiglia.
FIGLI D’ARTE
Famiglia immersa nell’arte anche per Judi Dench che, nel 1971, ha sposato il collega Michael Williams, morto nel 2001 a causa di un cancro ai polmoni. La coppia ha avuto un’unica figlia: Tara Cressida Frances “Finty” Williams, anche lei apprezzata attrice in film, serie tv e spettacoli teatrali.

Maryl Streep elegantissima in trench nel film 'Kramer contro Kramer'.

Maryl Streep elegantissima in trench nel film 'Kramer contro Kramer'.

DAL TEATRO AL PICCOLO E GRANDE SCHERMO
Judi Dench, nata nel 1934, ha debuttato a teatro nel 1957 ed è diventata in breve tempo una delle più acclamate interpreti del Regno Unito, passando dai drammi shakespeariani ai musical con facilità e naturalezza. Il passaggio dal palco al piccolo e grande schermo è stato facile e da Camera con vista, diretto da James Ivory, fino al ruolo ricorrente di M, capo dell’MI6 nei film di James Bond, Judi ha sempre convinto pubblico e critica, conquistando più volte il premio Bafta, sette Laurence Olivier Awards, due Screen Actors Guild Awards, un Oscar, due Golden Globes e un Tony Award.
PELLICOLE INDIMENTICABILI
Tanti i film indimenticabili che l’hanno vista protagonista, tra cui Hamlet, Un tè con Mussolini, La mia regina, Chocolat, Jane Eyre o J. Edgar. L’essere affetta da una patologia, che le ha compromesso la vista, non ha mai ostacolato il lavoro del premio Oscar, che nel 2012, oltre a Skyfall, ha ironizzato anche sulla terza età, nella simpatica commedia Marigold Hotel.
L’ATTRICE PIÙ PREMIATA DI SEMPRE
La sua collega Meryl Streep, l’attrice più premiata di sempre, ha invece mosso i primi passi nel mondo di Hollywood negli Anni ’70. Dal palco dei teatri di New York ai red carpet più prestigiosi, la carriera di Meryl è stata sempre un susseguirsi di riconoscimenti e lodi. Risale al 1978 la prima delle 17 nominations, di cui ben tre si sono trasformate in vittorie, agli Oscar. Che arricchiscono una lunghissima lista di altri importanti riconoscimenti internazionali.
ESEMPI DI ELEGANZA E STILE
Meryl e Judi non hanno mai espresso un grande entusiasmo nei confronti della moda, ma entrambe sono diventate esempio di eleganza e stile. Meryl è ricordata per il bellissimo trench indossato in Kramer contro Kramer o per i look della temibile Miranda Priestly, in Il diavolo veste Prada. Mentre Judi ha anticipato ogni moda con il taglio di capelli cortissimo mantenuto fin da giovanissima. Le due attrici sanno alternare uno stile molto classico a capi più ariosi, ma sempre in perfetta sintonia con il proprio carattere, gli eventi e l’età. Nel loro guardaroba non mancano mai abiti dalla linea lunga e morbida, pantaloni, e giacche di ogni tipo. Per dare vita a dei look da passerella, non manca poi l’attenzione per i dettagli: gli accessori sono infatti sempre stati scelti con cura e, dagli elaborati collier alle borse firmate Chanel, hanno impreziosito ogni capo.
SENZA PUNTARE SULL’AVVENENZA
Le dominatrici del cinema mondiale non hanno mai puntato all’avvenenza per fare carriera, pur possedendo un fascino elegante e naturale. I loro volti mostrano, quasi con fierezza, le rughe senza mai ricorrere a chirurgia o iniezioni di botox, a differenza di molte loro colleghe anche più giovani.
POCO TRUCCO E CHIOME … DA COPIONE
Il trucco è quasi un optional: una base illuminante, un tocco di blush sugli zigomi e un velo leggero di rossetto è tutto quello che serve per prepararle ai red carpet. Se Judi ha mantenuto nel corso degli anni il suo taglio di capelli corto e glamour, la chioma di Meryl ha invece dovuto subire cambiamenti di lunghezza e colore, per adattarsi ai tanti ruoli da interpretare. Indimenticabile lo stile argenteo della diabolica direttrice di Runway (alter ego di Anna Wintour) che tormentava la giovane giornalista, interpretata da Anne Hathaway. Ma la star preferisce mantenere una capigliatura liscia e bionda, senza preoccuparsi più di tanto della presenza di qualche capello grigio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Gallery, Look Argomenti: , Data: 02-11-2012 02:10 PM


Lascia un Commento

*