CONFESSIONI

Cavalli, lo stilista che sussurra alle iguana

di Enrico Matzeu
Animali esotici nella casa del designer. Ama opulenza e fotografia. E va a letto con 10 gocce di profumo.

Lo stilista Roberto Cavalli gioca con un pappagallo.

Roberto Cavalli si confessa. Lo stilista fiorentino, in una lunga e interessante intervista rilasciata alla rivista Harper’s Bazaar, parla di sé e ricostruisce la sua giornata tipo, rivelando le sue passioni e i suoi segreti più intimi, senza tralasciare stranezze e manie bizzarre.
A LETTO COME MARYLIN
A casa Cavalli, nei pressi di Firenze, la sveglia è puntata alle 9.00, ma lo stilista rivela di odiare i pigiami e di andare a dormire come Marylin Monroe, solo con 10 gocce di profumo addosso, naturalmente la fragranza creata dalla sua maison. In casa ama circondarsi dei dipinti del padre e la sua camera da letto, che definisce «bellissima e moderna», è il suo luogo più intimo. Un altro immancabile elemento d’arredo sono le sfere di cristallo, che la moglie Eva colleziona e che sono per lui fonte d’ispirazione e mistero.
ANIMALI CHE PASSIONE
La sua vera ispirazione, però, sono gli animali e, oltre a Lupo, il fedele pastore tedesco che porta sempre con sé, a casa Cavalli non mancano gli animali esotici, come iguana e pesci tropicali, per non parlare del pappagallo dalle piume blu e gialle, che il designer ama come un figlio. Tempo fa aveva addirittura una scimmia e una piccola tigre a completare lo zoo casalingo, ma ora ha dovuto ripiegare su un più mite gattino. Gli animalisti possono dunque dormire sonni tranquilli. Non c’è da stupirsi allora se sulle sue passerelle piumaggi e fantasie animalier la fanno sempre da padroni.
IL COW BOY DELLA MODA
A lavoro, a Firenze, ci va con la sua nuova macchina elettrica e in ufficio lavora con 10 donne, confessando che la femminilità è un’altra sua importante fonte d’ispirazione. Al lavoro con i suoi creativi disegna le collezioni per la linea Roberto Cavalli e per Just Cavalli e preferisce non ricevere nessuno nel quartier generale fiorentino. Per gli appuntamenti ama, infatti, spostarsi nella sede di Milano. Il suo look rappresenta il suo stile e nell’armadio, ogni giorno, sceglie tra oltre 50 paia di jeans e 40 paia di stivali da cowboy, pronto per affrontare il far west della moda.
LE PASSIONI: DALLA CUCINA A TWITTER
La sua giornata finisce la sera tardi, non prima di essersi dedicato alle sue passioni, come la cucina e la fotografia. Dopo aver cucinato un buon branzino al sale, suo piatto forte, e aver sorseggiato un bicchiere di vino, rigorosamente un rosso Cavalli Tenuta degli Dei, lo stilista si dedica alle sue macchine fotografiche, che custodisce gelosamente e di cui riceve i nuovi modelli prima che escano sul mercato. Una vera mania. Come quella per il lusso e l’opulenza, di cui si è fatto da sempre portatore sano. E per non smentirsi ha dipinto la sua barca e il suo elicottero di una particolare vernice iridescente, che con il sole diventa dorata. Nella sua tenuta le luci si spengono dopo l’una, non appena lo stilista ha finito di aggiornare il suo blog Uniti per un sogno, in cui dimostra il suo impegno civile in questo momento difficile per l’Italia, e dopo aver mandato gli ultimi tweet.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*