Intelligenza da calendario

Pirelli ha scelto come protagoniste del 2016 donne simbolo di una femminilità senza stereotipi. Negli scatti di Annie Leibovitz, Patti Smith, Serena Williams e Yoko Ono.

> on September 15, 2015 in New York City.Lo storico calendario Pirelli cambia radicalmente direzione. Le protagoniste del 2016 non sono più donne abituate a farsi fotografare per lavoro, ma donne forti, tormentate, determinate, consapevoli della loro identità e che hanno alle loro spalle una storia di successo professionale. Sono simboli di una femminilità priva di stereotipi, di una bellezza e di un’eleganza che sanno di vita vissuta e di conquiste difficili per accettare il proprio aspetto fisico. Sono cantanti, atlete, registe, manager, artiste che negli scatti di una maestra della fotografia come Annie Leibovitz riescono a raccontarsi con fascino e intelligenza.

UN NUOVO FEMMINISMO DALL’ALTO
Vanity Fair ha svelato in esclusiva per l’Italia il nome di tutte e dodici le protagoniste di The Cal 2016Patti Smith, Yoko Ono, Serena Williams, Ava Duvernay e Natalia Vodianova (l’unica top- model del calendario rappresentata come una novella Madonna con quattro figli) sono le donne più conosciute. Ma ci sono anche manager di successo come Mellody Hobson, a capo di Dreamworks Animation, Agnes Gund, presidente onorario del MoMA e Kathleen Kennedy, produttrice cinematografica a Hollywood. La scelta forse più coraggiosa è l’artista iraniana Shirin Neshat. Sul set del Meatpacking District di Manhattan le modelle per un giorno sono arrivate con i loro vestiti, poco trucco e tanta personalità da mostrare attraverso gli sguardi, i visi e la loro bellezza da donne reali. Per la fotografa Annie Leibovitz questo lavoro «è un nuovo inizio, il simbolo di una rottura» che farà la storia dell’iconografia femminile. In attesa della presentazione ufficiale di The Cal 2016 a Londra il 30 novembre, ecco il video del dietro le quinte del set fotografico.

Immagine anteprima YouTube
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*