La Signora in Giallo fa 90

Anniversario importante per Angela Lansbury, famosa in tutto il mondo per il ruolo di detective nella serie televisiva ambientata a Cabot Cove. Ecco le nove cose da sapere sull'attrice.

Academy Of Motion Picture Arts And Sciences' Governors Awards - ShowBuon compleanno Jessica Fletcher! Il 16 ottobre del 1925 nasceva in Inghilterra l’attrice che sarebbe diventata per l’immaginario collettivo mondiale La Signora in Giallo (in inglese Murder She Wrote). Ma Angela Lansbury non è stata solo la detective più conosciuta della televisione. È stata diva del cinema e del teatro, interprete di musical a Broadway e moglie di un uomo omosessuale. Ha avuto una vita ricca di successi professionali, ma anche segnata da difficoltà familiari che l’hanno resa amata e apprezzata non solo per le qualità di artista. «Una donna di altri tempi», l’ha descritta Vanity Fair in una recente intervista. Un mito dell’infanzia e dell’adolescenza per milioni di ragazzini che, tornati da scuola, vedevano sul piccolo schermo le avventure di Cabot Cove. La Dame of the British Empire per volere di Elisabetta II. Ecco le nove cose da sapere su Angela Lansbury.

Angela-Lansbury-OscarLA SIGNORA IN GIALLO
È il ruolo che rende Angela Lansbury famosa in tutto il mondo, ma quando diventa la protagonista di Murder She Wrote l’attrice ha già 58 anni. È una sfida che lei e il secondo marito Peter Shaw decidono di affrontare dopo che Angela si è espressa ai massimi livelli sia al cinema sia a teatro. Nei panni di Jessica Flatcher gira 264 episodi, risolve una quantità di omicidi che renderebbero l’immaginaria Cabot Cove una cittadina ben più pericolosa dell’Honduras (che ha un tasso di criminalità elevatissimo) e ottiene il più alto numero di candidature ai Golden Globe e gli Emmy Awards della storia. E pensare che Angela Lansbury non era nemmeno la prima scelta dei produttori. Se Jean Stapleton non avesse declinato l’offerta di lavoro, La Signora in Giallo forse sarebbe tutta un’altra storia.

UN MARITO OMOSESSUALE
A soli 19 anni, poco dopo essere giunta ad Hollywood dall’Inghilterra distrutta dalla Seconda Guerra mondiale, Angela Lansbury sposa l’attore Richard Cromwell. Dopo soli nove mesi il matrimonio finisce con un biglietto di lui che annuncia di non poter più andare avanti così. Il motivo? La sua omosessualità tenuta nascosta per paura di rovinarsi la carriera.

Cutting the CakeL’AMORE DELLA VITA
Dopo quattro anni, Angela ci riprova e sposa l’uomo che sarà il compagno di tutta la sua vita, il padre dei suoi figli, il partner sul lavoro, semplicemente il grande amore. L’attore e produttore Peter Shaw, morto nel 2003, ha affiancato tutta la carriera professionale dell’attrice, accompagnandola in tutte le sue scelte. È lui il vero ideatore di La Signora in Giallo, è lui che ha aiutato Angela a far fronte al dramma della droga dei figli. «Mi manca ogni giorno. Era uno di quelli che ti aprono la portiera della macchina. Un uomo di quelli che oggi non esistono più», ha raccontato a Vanity Fair.

Angela-Lansbury-with-her-childrenDUE FIGLI PIÙ UNO
Dal marito Peter Shaw Angela Lansbury ebbe due figli:  Anthony Pullen, nato nel 1952 e diventato produttore e regista, e Deirdre Angela, venuta al mondo l’anno successivo. Il primogenito ha lavorato a lungo con la madre e il fratello di lei, Bruce e il figlio avuto dal primo matrimonio di Peter Shaw, David, che Angela ha sempre considerato come parte integrante della famiglia, dirigendo Jessica Flatcher ne La Signora in Giallo. La figlia invece ha sposato un italiano e con lui ha aperto un ristorante che porta il loro nome, Enzo e Angela. Dalla secondogenita l’attrice ha avuto tre nipoti Peter John, Katherine e Ian. Il più grande l’ha resa bisnonna nel 2007.

UNA FAMIGLIA POLITICA
Angela Lansbury nasce nel 1925 da una famiglia attiva da tempo in politica. Il nonno era stato leader del Labour Party, il padre, Edgar Isaac Lansbury che morì quando la figlia aveva solo nove anni, era membro della stessa compagine di governo. Ma all’attrice la politica non è mai interessata. Ha preferito seguire le orme della madre, interprete teatrale irlandese.

angela_lansbury_va_e_uccidiI SUCCESSI CINEMATOGRAFICI
La prima nomination all’Oscar Angela la ottiene per il suo esordio a Hollywood. Con il film L’Angoscia del 1944 , in cui recita a finaco di Ingrid Bergman, l’attrice britannica si presenta nel mondo americano come una donna di grande talento. La seconda candidatura arriva l’anno successivo con la pellicola Il Ritratto di Dorian Gray per la quale vince il primo Golden Globe. Data la sua capacità espressiva e considerato il fatto che dimostrava sempre più anni di quelli che aveva, a 23 venne scelta, su suggerimento di  Katharine Hepburn, come protagonista quarantenne del film diretto da Frank Capra Lo Stato dell’Unione. La terza nomination all’Oscar e il secondo Golden Globe vinto è per Va’ e uccidi, l’opera a cui Angela Lansbury è sempre stata più legata. Il personaggio interpretato dall’attrice inglese è stato inserito dall’American Film Insitute nella lista dei migliori 50 cattivi del cinema. Lei si è aggiudicata la posizione numero 21.

UNA VITA PER IL TEATRO
Ha girato i teatri di tutto il mondo. Ha recitato sul palcoscenico di Broadway, dove ha cantato e ballato fino a rovinarsi anche e ginocchia, e di Londra, dove è sempre stata considerata di casa, è stata in Australia e a New York. È l’unica attrice che vanta una nomination ai Tony Awards per ogni sua interpretazione a Broadway. A Vanity Fair Angela Lansbury ha raccontato il motivo del suo amore per il teatro. «Io adoro il teatro, il mio cuore è lì. Ogni volta che, nella mia vita, qualcosa non andava bene, ci sono sempre tornata. Dopo la morte di mio marito sono stata ferma tre anni per il dolore ma poi il teatro mi ha riportato un po’ di gioia. E, anni prima, quando scappai da Hollywood, fu il palcoscenico a farmi sentire bene di nuovo».

Investitures At Windsor CastleDAMA DELL’ORDINE DELL’IMPERO
Il 31 dicembre 2013 la regina Elisabetta II d’Inghilterra ha conferito ad Angela Lansbury l’onorificenza di Dama di Commenda dell’Ordine dell’Impero Britannico «per i servizi al teatro e al lavoro di beneficenza e filantropia». 

Academy Of Motion Picture Arts And Sciences' Governors Awards - ShowOSCAR ALLA CARRIERA
Nella notte degli Oscar del 2014 Angela Lansbury è stata insignita del premio alla carriera «per i suoi svariati successi nell’industria cinematografica e televisiva nel corso della sua lunga carriera (oltre 75 anni)».

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*