Tutti i volti di Silvana

Il 6 gennaio, all'età di 90 anni, se n'è andata la grande diva Pampanini: sensuale e corteggiatissima, ipnotizzò gli occhi di tutti gli spettatori del mondo. Ecco 5 film con cui ricordarla.

ITALY-CINEMA-FILM-OBITInsieme a Gina Lollobrigida e Sophia Loren, è stata tra le ambasciatrici della bellezza italiana nel mondo. Silvana Pampanini, spentasi a 90 anni nella mattinata del 6 gennaio 2016, era una delle vere, grandi dive del cinema italiano, la cui fama e popolarità andavano ben oltre il mestiere di attrice. Sensuale e corteggiatissima, divenne nota in tutto il mondo, anche a Hollywood: ma non spiccò mai il grande balzo negli Stati Uniti, probabilmente a causa della scarsa dimestichezza con l’inglese. Tra gli Anni 40 e 60, però, è stata tra le vere grandi protagoniste del mondo dello spettacolo (che allora aveva una dimensione e un’influenza molto più ampie rispetto al presente), prendendo parte ad alcuni film che hanno segnato la storia del cinema italiano. Scopriamo, dunque, quali sono stati i suoi ruoli più importanti.

bellezze_in_bicicletta_silvana_pampanini_carlo_campogalliani_011_jpg_mpdtBELLEZZE IN BICICLETTA
Nel film diretto da Carlo Campogalliani, Silvana interpreta il ruolo di… Silvana, una ragazza che insieme all’amica Delia si mette in viaggio verso Milano per unirsi alla compagnia di Totò, che in realtà è solo un sosia del grande attore napoletano. Dopo una lunga serie di peripezie, le due si iscrivono a una gara ciclistica, da cui deriva il titolo del film legato a sua volta all’omonima canzone cantata nel film proprio dalla Pampanini (che spesso, nel corso della sua carriera, è stata doppiata).

OKNerone_fotoscenaO.K. NERONE
Diretto da Mario Soldati e ambientato nell’antica Roma, il film vede Silvana Pampanini sensuale e procace come non mai nel ruolo di Poppea. Si tratta di un altro ruolo leggero che mette in risalto prima di tutto le doti fisiche e seduttive della Pampanini. Il film è una parodia del più celebre Quo Vadis?.

Pampanini+Nazzari_proc_cittàPROCESSO ALLA CITTÀ
Con questo film del 1952 diretto da Luigi Zampa, Silvana Pampanini comincia a esplorare le proprie potenzialità di attrice drammatica in un film ‘impegnato’ che affronta il tema della Camorra. La Pampanini, in questo caso, interpreta il ruolo di una prostituta la cui testimonianza si rivela fondamentale per il proseguimento delle indagini riguardanti un caso di omicidio. Anche in questo film Silvana canta una canzone, Tradimento: ma la voce che sentiamo nel film appartiene in realtà a Nilla Pizzi.

hqdefaultLA PRESIDENTESSA
Silvana Pampanini rimane comunque legata al cinema d’intrattenimento, anche quando a dirigerla c’è un maestro della commedia all’italiana come Pietro Germi. Pensiamo al film La Presidentessa, dove l’attrice interpreta una maliziosa soubrette che mette in crisi perbenismo e convenzioni sociali e morali. Quando uscì, il film fu vietato ai minori di 14 anni.

pretura40UN GIORNO IN PRETURA
Una diva che si rispetti ha due soli nemici: il tempo che passa e la vecchiaia che avanza. E forse è proprio per esorcizzare queste paure che Silvana, nel film di Steno del 1953, accettò di interpretare i panni di una ex soubrette ormai 60enne e caduta in disgrazia, lasciandosi invecchiare di ben 30 anni dal truccatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Red carpet Argomenti: , Data: 07-01-2016 01:38 PM


Lascia un Commento

*