«Talent in tivù? No grazie»

di Laura Frigerio
Malika Ayane e Lodovica Comello sono due delle coach del Zootropolis Music Star, il contest musicale lanciato dalla Disney per l'arrivo del film d'animazione nelle sale. Letteradonna.it le ha intervistate.

ayane_comelloIl 18 febbraio arriva nelle sale italiane Zootropolis, il nuovo film d’animazione della Disney. Per l’occasione, la celebre casa di produzione ha pensato bene di ripetere l’esperienza di Inside Out e di ingannare l’attesa lanciando un contest musicale. Nasce così Zootropolis Music Star, che vede assoldati come coach Malika Ayane, Lodovica Comello, Paolo Ruffini, Alessandro Casillo e come giudici tecnici il Maestro Adriano Pennino e il discografico Mario Sala.

Disney_ZootropolisMusicStar_Giuria_hi_resCOME FUNZIONA IL CONTEST
Per partecipare (lo possono fare tutti, anche i minorenni, su consenso dei genitori) basta mettersi d’impegno e provare a realizzare una cover (con l’aiuto degli spartiti ed eventualmente anche delle basi musicali messi a disposizione da Disney) di Try Everything, il tema portante del film cantato da Shakira. La performance dovrà essere registrata in un video e caricato sul sito concorso-zootropolis.disney.it entro il 14 febbraio. Il vincitore avrà la possibilità di girare un videoclip professionale.

LA TRAMA DEL FILM
Zootropolis è una metropoli dove tutti gli animali vivono in piena armonia. Qui facciamo la conoscenza di Judy Hopps, una dolce e al tempo stesso intrepida coniglietta che sogna di diventare una poliziotta e, quando ci riesce, si deve confrontare con dei colleghi decisamente più ‘corposi’ di lei. Però Judy non si perde d’animo ed è decisa a dimostrare quanto vale, iniziando ad investigare su un caso piuttosto complesso. Ad aiutarla ci sarà Nick Wilde, una simpatica volpe dalla natura truffaldina.

comello ayaneMALIKA E LODOVICA, DUE COACH A CONFRONTO
In tutto questo magico e colorato mondo, Malika Ayane e Lodovica Comello sembrano trovarsi perfettamente a loro agio. D’altra parte sono vecchie conoscenze della Disney: Malika ha cantato con Giovanni Caccamo in Lava, cortometraggio della Pixar che ha anticipato Inside Out, mentre Lodovica è stata una delle grandi protagoniste della serie tv Violetta. Noi di Letteradonna.it abbiamo fatto loro una simpatica intervista incrociata per sapere come vivono questa nuova esperienza (e non solo).

ZootropolisMusicStar_Lodovica_Comello_hi-resDOMANDA: Com’è trovarsi nelle vesti di coach? È difficile giudicare gli altri?
RISPOSTA
Malika: Devo essere sincera: il termine giudicare non mi piace per niente. Sarà che mi sono sentita giudicata tante volte nella mia vita, fin dai tempi in cui partecipai al mio primo concorso all’oratorio di Via Mecenate a Milano (dove sono nata), senza parlare del Festival di Sanremo dove sono stata rifiutata tante volte prima che cambiassero idea (probabilmente li avrò presi per sfinimento!). Io preferisco mettermi nella posizione di chi cerca di essere utile per chi ha questa voglia di cantare, suonare, ballare, dando magari qualche consiglio.
Lodovica: È un po’ strano per me trovarmi in questa situazione: nonostante abbia già collezionato le mie piccole e grandi esperienze non ho una carriera ventennale alle spalle e quindi farò di tutto per essere credibile. Per me la parola chiave sarà ‘delicatezza’, perché io non sono nessuno per spezzare i sogni di chi partecipa. È importante sostenerli e incoraggiarli.
DOMANDA: Se voi foste al loro posto che versione della canzone fareste?
RISPOSTA
Malika: Io naturalmente finirei per farne una versione esistenzialista, come al mio solito. A dire la verità mi piacerebbe sentire qualcosa di semplice da parte dei concorrenti: ultimamente noto una certa tendenza a iper-produrre la musica e non mi piace moltissimo.
Lodovica: Io farei di tutto per personalizzare il pezzo, magari con un tocco di swing. Sono curiosa di vedere come si esprimerà la loro fantasia: c’è bisogno di ascoltare finalmente qualcosa di originale.
ZootropolisMusicStar_Malika_Ayane_hi-resDOMANDA: Prima avete parlato di sogni. Voi ci credete ancora?
RISPOSTA
Malika: Naturalmente sì, senza dimenticare l’importanza delle avversità. Un esempio? Pensate a Lionel Messi che ha vinto il Pallone d’Oro. Prima, nessuno, sulla carta, avrebbe puntato su di lui.
Lodovica: Chi fa un lavoro come il nostro non può che credere nei sogni. Però ci deve essere dietro anche tanto lavoro: io sono convinta che chi semina bene prima o poi raccoglie, è matematico.
DOMANDA: Voi siete delle star molto amate, per i concorrenti del talent sarete dei modelli. Quali sono invece i vostri?
RISPOSTA
Malika: Potrebbe essere scontato dirlo, dato che è appena scomparso, ma uno di loro è stato David Bowie, insieme a Charlie Chaplin. Entrambi hanno saputo innovare e cambiare le cose, anche quando avevano tutti contro. Poi c’è la grande Billie Holiday, che ho sempre amato anche per la sua umanità.
Lodovica: Il mio idolo è da sempre Elisa, che è anche una mia conterranea. Ho poi ereditato dalla mia famiglia la passione per Bruce Springsteen, mentre sul fronte attoriale adoro Meryl Streep.
DOMANDA: Se vi proponessero di fare da coach in un talent televisivo accettereste?
RISPOSTA
Malika: Credo di no, per me al momento sarebbe prematuro, perché ho ancora tanto da imparare. Faccio già un altro lavoro, quello della cantante, che mi piace tantissimo.
Lodovica: Non lo so, per ora mi basta già prepararmi ad una grande sfida come quella di condurre la nuova edizione di Italia’s Got Talent. Sarà la mia prima volta come conduttrice e sono emozionatissima, però devo dire che al momento l’ansia è mista al divertimento dato che ne sto già vedendo di tutti i colori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Red carpet Argomenti: , , , , , , , Data: 14-01-2016 02:58 PM


Lascia un Commento

*