Non toccatele Suspiria

Asia Argento ha insultato Luca Guadagnino, regista scelto per il remake del famoso film del padre Dario: «È un figlio di puttana che lecca culi a destra e a manca». Per poi eliminare il tweet appena la notizia si è diffusa.

Ormai avvezza alle liti (leggi qui l’ultima tra l’Argento e Selvaggia Lucarelli), Asia Argento colpisce ancora. Questa volta la concorrente di Ballando con le stelle si è scagliata contro Luca Guadagnino, regista scelto per il remake del film più famoso di Dario Argento, Suspiria. Alla domanda di un fan su perchè rifare un cult simile, l’attrice ha risposto in modo molto fine e schietto prendendo di mira la sessualità di Guadagnino, gay dichiarato, prima con un «È uno stronzo malevolo che brucerà all’inferno», per poi concludere con «È un figlio di puttana che lecca culi a destra e a manca per poterseli fottere meglio». Appena la notizia dei tweet si è diffusa l’attrice li ha eliminati, ormai inutilmente.

Nessuna reazione intanto dal regista che ha debutatto nel 1999 con The Protagonists, presentato poi al Festival di Venezia. Ancora sconosciuto al grande pubblico, Guadagnino è finito sotto ai riflettori grazie al controverso film Melissa P. che racconta le vicende sessuali di una giovanissima liceale. Ma il vero successo si è fatto attendere fino al 2009 quando è uscito Io sono l’amore. La pellicola è stata addirittura candidata ai Golden Globes e ai BAFTA come miglior film straniero e agli Oscar per i suoi costumi. Dopo diversi documentari, tra cui quello dedicato a Bernardo Bertolucci, è tornato sul grande schermo con A bigger splash, che, nonostante le aspettative, si è rivelato un flop sia di pubblico che di critica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Red carpet Argomenti: , , , , , Data: 23-03-2016 12:05 PM


Lascia un Commento

*