L'opinione

Non spogliatevi in nome delle donne

Emily Ratajkowsky si è unita a Kim Kardashian nel postare su Instagram una foto che le ritrae in topless, ma censurate, mentre mostrano il dito medio ai bacchettoni. Emancipazione o fame di like?

È nata una nuova coalizione tutta al femminile sui social. Emily Ratajkowski e Kim Kardashian hanno postato sui loro profili Instagram una foto in cui si mostrano come mamma le ha fatte, col seno scoperto ma censurato, mentre mostrano il dito medio a tutti i moralisti. «Siamo più dei nostri corpi, ma non per questo dobbiamo vergognarci della nostra sessualità.#emancipate»: questa la frase con cui la modella 24enne ha accompagnato l’immagine.

SEMBRA TUTTA UN’ESIBIZIONE
Secondo le due ragazze quindi, è questa l’emancipazione che le donne vogliono. La massima aspirazione della popolazione femminile sarebbe il diritto di denudarsi, anche se si è di più dei propri corpi. Ma la loro performance è essenzialmente ben altro: predica il nudo, mai stato negato (basti pensare a tutti gli uomini che hanno reclamato, con l’hashtag #escile, il seno della giovane modella sui social), spacciandolo per libertà d’espressione. In realtà, tutte queste foto sembrano piuttosto uno sfoggio di esibizionismo che mira ad accaparrarsi qualche like. Una campagna per l’emancipazione femminile ha bisogno di più di un paio di tette. E di certo non si nasconde dietro un dito medio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Look Argomenti: , , , , Data: 31-03-2016 04:33 PM


Lascia un Commento

*