In principio fu Cher

di Luca Burini
Il 20 maggio 2016 la diva americana compie 70 anni. 54 li ha passati sul palcoscenico. E non ha intenzione di mollare. Anzi. Ecco i dieci motivi per cui la voce di Believe è un'icona.
La foto pubblicata da Marc Jacobs.

La foto pubblicata da Marc Jacobs sul suo profilo Twitter.

Due mariti, 12 fidanzamenti ufficiali, due figli, 26 dischi, 14 film, due Golden Globe, un Oscar come miglior attrice e 54 anni di carriera. Questi sono i primi 70 anni di vita, compiuti il 20 maggio 2016, di Cher.  Ma, a dispetto dell’età, Cher rimane un’icona per tanti. A partire da Marc Jacobs che nel 2015 l’ha scelta come testimonial della collezione autunno/inverno. «L’incredibile e bellissima Cher», ha commentato lo stilista pubblicando sul suo profilo Instagram uno scatto del servizio fotografico. La diva americana e il designer si erano fatti notare qualche giorno prima sul red carpet del Met Gala 2015. Anche in quell’occasione lui l’aveva definita una fonte di ispirazione. Anche per i più giovani. Tra i suoi fan infatti ci sono nuove leve del pop come Lady Gaga, Katy Perry, Justin Bieber, Sia, Christina Aguilera e Ariana Grande. In occasione del compleanno della cantante sono state diverse le testate che hanno provato a spiegare perchè la voce di Believe rimane un’artista rilevante. Ecco i 10 motivi individuati da Vh1.com.

Cher e Marc Jacobs al Met Gala 2015.

Cher e Marc Jacobs al Met Gala 2015.

1. È LA MADRE DI TUTTE LE POPSTAR
Se Madonna è la Regina del Pop, Cher è l’indiscussa Dea. Il suo primo album All I really want to do ha debuttato nel 1965, più di 15 anni prima di Miss Ciccone e delle sue coetanee Cyndi Lauper e Janet Jackson. Con i suoi video teatrali, gli ammiccamenti al sesso, e uno stile inconfondibile ha gettato le basi per coloro che sono arrivate dopo.

Cher agli Oscar del 1986.

Cher agli Oscar del 1986.

2. FACEVA MODA ARTPOP MOLTO PRIMA DI LADY GAGA
Oggi è Lady Gaga la cantante che sorprende di più con il suo guardaroba, ma Cher l’ha fatto prima. Guardare per credere. Dal copricapo nero che ha sfoggiato agli Oscar 1986 ai vari nude look fino alla parrucca di carta indossata nel suo ultimo videoclip Woman’s world.

3. HA RESO L’AUTOTUNE DI TENDENZA
Nel 1998 Cher è stata rilanciata alla grande con quello che sarebbe poi diventato il suo più grande successo commerciale: la canzone Believe. Proprio quel pezzo ha lanciato la moda dell’Autotune che rende le voci robotiche. L’enorme successo del brano ha spinto tanti colleghi e colleghe ha ricorrere all’effetto Cher nelle loro canzoni. Fino ad abusarne.

Cher agli Oscar del 1988.

Cher agli Oscar del 1988.

4. È UNA DELLE POCHE CANTANTI CHE HA AVUTO SUCCESSO COME ATTRICE
Non tutti sanno che Cher oltre che essere un animale da palcoscenico è anche un’attrice. Che tra gli Anni ’80 e i ’90 ha raccolto una serie di successi commerciali e di critica. Con pellicole come Silkwood (1983), Mask (1985), and Stregata dalla luna (1987), con la quale ha vinto l’Oscar come migliore attrice nel 1988.

5. FA MUSICA ATTUALE
Certo i fasti di fine Anni ’90 sono difficili da ripetere. Ma Cher non ha smesso di produrre musica attuale quanto quella di colleghe come Katy Perry e Britney Spears.  Basta ascoltare il suo album più recente Closer to the truth in cui ci sono anche brani che hanno conquistato le discoteche americane come Woman’s world Take it like a man. 

6. HA CAMBIATO PIÙ GENERI DI QUALSIASI ALTRO
Ha cominciato con il folk-rock negli Anni ’60, per poi passare al funky e alla disco nel decennio successivo. Gli Anni ’80 sono stati soprattutto rock. Per infine approdare al pop e alla dance a partire dai ’90.

7. È L’UNICA ARTISTA AD AVERE UNA NUMERO 1 IN OGNI DECENNIO NEGLI ULTIMI 60 ANNI
Negli Stati Uniti la cantante detiene un record difficile da battere. Con i suoi ultimi successi finiti in testa alla classifica dance è l’unica artista ad avere almeno una numero 1 in ogni decennio a partire dagli Anni ’60.

8. PROTAGONISTA SU TWITTER
Rihanna e le altre hanno decisamente più follower, ma nessuna batte Cher per quanto riguarda tweet esilaranti in cui attacca il potere (ultimamente la sua vittima preferita è Donald Trump), litiga con i fan, commenta notizie ed esibizioni dei colleghi.

Immagine anteprima YouTube

9. FEMMINISTA COME BEYONCÈ
Negli Anni ’80 è stata definita un’eroe femminista. Per essersi sempre battuta per i diritti delle donne a partire dall’inizio della sua carriera. Nel 2012 ha poi pubblicato un video contro Mitt Romney e la sua visione della donna.

10. NON HA INTENZIONE DI FARSI DA PARTE
Nonostante i problemi di salute avuti nel 2014 per cui ha dovuto interrompere la sua tourneè americana, la diva è pronta a tornare con un nuovo album, un film, un serie di concerti e uno spettacolo dedicato alla sua vita a Broadway.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Red carpet Argomenti: , , Data: 20-05-2016 09:31 AM


Lascia un Commento

*