I cinesi rimandano a casa Maria Grazia

L'attrice, madrina di Alitalia, ha battezzato il primo volo diretto da Roma a Pechino. Ma il visto non era valido e all'interprete siciliana è stato negato l'ingresso alla dogana.

maria grazia cucinottaNuovo record: Roma-Pechino andata e ritorno no-stop in sole 22 ore. È successo a Maria Grazia Cucinotta L’attrice, madrina di Alitalia, ha battezzato il primo volo diretto dalla Capitale italiana a quella cinese. Peccato che il visto non fosse valido. E che quindi all’interprete di tante commedie cinematografiche italiane sia stato negato l’ingresso alla dogana. «Ho un visto permanente, c’è stato qualche problema ma avevo già chiamato per risolverlo», ha spiegato una volta rimpatriata. Inoltre pare che il nome dell’icona sexy mediterranea non comparisse nella lista dei rappresentanti italiani all’evento. Per evitare problemi la bellezza mediterranea ha deciso di fare dietro front tornando sull’Airbus appena lasciato affermando: «Era già previsto che rientrassi subito: sto girando, non potevo bloccare il set, e poi dovevo raggiungere i miei in vacanza».

maria grazia cucinotta

Da sinistra il Direttore Sviluppo Marketing Aviation di Aeroporti di Roma Fausto Palombelli, l’amministratore delegato di Alitalia Cramer Ball, Maria Grazia Cucinotta, la Vice Sindaco del Comune di Fiumicino Anna Maria Anselmi, e il Ministro del turismo Dario Franceschini.

RIAPERTURA DOPO TRE ANNI
Cucinotta era stata scelta per portare una ventata di freschezza italiana e per rendere «più sexy» quello che sulla carta doveva essere un gran giorno secondo le parole di James Hogan, vicepresidente della compagnia aerea italo-araba. Infatti Alitalia il 18 luglio 2016 ha riaperto dopo tre anni il volo diretto per Pechino con una grande festa tanto che al check-in erano presenti anche il ministro Dario Franceschini e l’amministratore delegato di Alitalia Cramer Ballil .

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Red carpet Argomenti: , , Data: 21-07-2016 01:07 PM


Lascia un Commento

*