Il lungo percorso di Caitlyn

Bruce Jenner avrebbe voluto diventare donna già a metà negli Anni '80. Lo ha raccontato la seconda moglie Linda Thompson, con cui ha avuto due figli. Ma lo ha fatto solo tre decenni dopo.
Linda Thompson.

Linda Thompson.

L’ex moglie di Caitlyn Jenner, Linda Thompson, ha raccontato nel libro A Little Thing Called Life che l’allora marito Bruce, campione olimpico medaglia d’oro nel decathlon ai Giochi olimpici di Montréal 1976, stava già pensando alla transizione sessuale negli Anni ’80, all’epoca del loro matrimonio.

UN UOMO NEL CORPO DI UNA DONNA
I due sono stati sposati dal 1981 al 1985: per Bruce si trattava delle seconde nozze, dopo il matrimonio con Chrystie Crownover. «Sono una donna intrappolata nel corpo di un uomo», le avrebbe confidato il marito dopo la nascita dei due figli. Linda, come ricorda nel libro, le avrebbe risposto, incredula o forse credendo che fosse scherzando: «Bruce, dolcezza, ti sei mai guardato allo specchio? Sei il prototipo dell’uomo ideale!». Ma non si trattava di una battuta, perché il marito le avrebbe poi risposto: «Ho vissuto nel corpo sbagliato per tutta la vita. È un inferno, e vorrei davvero diventare una donna». A questo punto, continua Linda, i due hanno iniziato a fare terapia di coppia.

Bruce Jenner e Linda Thompson negli Anni '80.

Bruce Jenner e Linda Thompson negli Anni ’80.

30 ANNI PRIMA DI CAMBIARE SESSO
«Bruce mi disse che stava pensando di andare all’estero, magari in Danimarca, per provare a fare l’operazione di cambio di sesso, per poi tornare negli Stati Uniti come donna», racconta Linda Thompson. Il matrimonio ormai era finito e la coppia si separò. Ma Bruce non ha cambiato sesso prima del 2015, quando annunciò al mondo di essere diventato Caitlyn. Ben 30 anni dopo quei giorni in cui prese coscienza di ciò che voleva davvero essere. E nel frattempo si è sposato, per la terza volta, con Kris Kardashian.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Amori, Look Argomenti: Data: 10-08-2016 05:59 PM


Lascia un Commento

*