Natalie non nasconde più il pancione

La Portman è tornata sul red carpet con un abito bianco che ne ha messo in evidenza le rotondità. Ora non ci sono più dubbi: l'attrice è in attesa del secondo figlio. Le foto da Venezia 73.
Natalie Portman in abito bianco, che ha esaltato il suo pancione.

Natalie Portman in abito bianco, che ha esaltato il suo pancione.

Per la prima di Planetarium, l’8 settembre è tornata a sfilare sul red carpet del Lido Natalie Portman. Se il giorno precedente si era presentata con un vestito piuttosto largo, che ne nascondeva in qualche modo le forme, questa volta lo ha fatto con un elegantissimo abito bianco che ha invece svelato il suo dolce segreto (che era un po’ sulla bocca di tutti): l’attrice è incinta del suo secondo figlio. Insieme a lei, sul tappeto rosso, Lily-Rose Depp, con cui ha recitato in Planetarium. In serata, è sbarcata al Lido anche Monica Bellucci, che ha recitato in The Milky Road, film in concorso che Emir Kusturica presenta il 9 settembre.

LA PRIMA DI QUESTI GIORNI
L’8 settembre a Venezia è stato anche il giorno (e la notte) di Questi giorni, road movie tutto al femminile diretto da Giuseppe Piccioni, la cui prima si è conclusa con sei minuti di applausi. Grande successo dunque per uno dei tre film italiani in gara per il Leone d’oro. Sul red carpet ha sfilato tutto il cast. Dalle quattro giovani protagoniste Maria Roveran (leggi qui la nostra intervista), Marta Gastini, Laura Adriani e Caterina Le Caselle a Margherita Buy, fino a Filippo Timi e Sergio Rubini.

INIZIA IL ‘TOTOLEONE’
Intanto, mentre si avvicina la fine della Mostra del Cinema di Venezia, iniziano i pronostici: per gli addetti ai lavori a giocarsi il Leone d’oro dovrebbe essere la cinquina di film composta da La La Land, Nocturnal Animals, El Ciudadano Ilustre, Paradise e Frantz. La rivisitazione della stagione d’oro del musical di Damien Chazelle, ovvero La La Land, ha conquistato tutti e, complici le interpretazioni di Ryan Gosling ed Emma Stone, potrebbe fare bene anche agli Oscar. Consensi anche per il thriller esistenziale Nocturnal Animals, seconda prova di Tom Ford alla regia. Da Coppa Volpi Oscar Martine in El Ciudadano Ilustre, che racconta le disavventure di uno scrittore argentino famoso per aver vinto il Nobel, che ritorna dopo quaranta anni paesino in cui e’ cresciuto, dove vivono i personaggi dei suoi romanzi. Ottima anche l’interpretazione di Yuliya Vysotskaya in Paradise, pellicola in cui tre personaggi, in cerca di pace con se stessi, si confessano in un ambiente asettico. C’è poi Frantz, l’outsider in bianco e nero con alcuni sprazzi di colore, ambientato nella Germania del 1919.

LE DELUSIONI DEL LIDO
Praticamente nessuna speranza per l’Italia, in gara con Questi giorni, Spira Mirabilis e Piuma. Ma il vero ‘fiasco’ sembra essere stato Tommaso, di Kim Rossi Stuart. Almeno stando a quanto scrivono gli spettatori nell’apposita bacheca allestita al Lido e gestita come ogni anno da Gianni Ippoliti nello spazio chiamato ‘Ridateci i soldi’. «Caro Kim Rossi Stuart, ma quando hai preso l’agenda non potevi cercare alla ‘F’ e chiamare Fantaghirò? Almeno era una favola», ha scritto ad esempio un cinefilo deluso dopo la proiezione. Bocciato anche Wim Wenders: «Se il Ministro Franceschini vuole portare più gente al cinema, non deve solo far pagare due euro il biglietto, ma deve vietare la proiezione di film come Les beaux jours d’Aranjuez, altrimenti al cinema non ci va più nessuno nemmeno gratis», ha scritto un altro spettatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Look, Red carpet Argomenti: , , Data: 09-09-2016 09:00 AM


Lascia un Commento

*