L'irresistibile fascino del brutto

Se Miuccia Prada è una delle donne più influenti del fashion system, lo è anche perché non si è mai piegata ai cliché. Qui vi spieghiamo come imitare il suo stile eclettico e femminista.

Un tocco milanese e un po’ underground che non è mai scontato. È la cifra stilistica di Miuccia Prada, figlia d’arte e tra i personaggi più influenti del fashion system. Non solo: Forbes l’ha inserita anche quest’anno nella lista delle World’s Most Powerful Women, il suo posto tra i BoF 500 di Business of Fashion è inamovibile e il 14 novembre le viene consegnato il riconoscimento di Glamour Women of the Year. Potere del brand, di cui è dirigente e direttore creativo, ma anche del suo stile unico e ricercato, assolutamente trendy (questo non sorprende!) e assolutamente Prada. La piattaforma di moda Stylight analizza lo stile della regina della moda e ne svela qualche segreto e consiglio per avere un guardaroba personale e anticonformista.

Miuccia al The COSTUME INSTITUTE Gala nel 2007.

Miuccia al The COSTUME INSTITUTE Gala nel 2007.

I MILLE VOLTI DI UNA GONNA
Un dettaglio tipico dello stile di Miuccia Prada è la gonna, vissuta in tutte le sue sfaccettature. Non a caso, tra i capi a cui è più affezionata ce n’è una a pieghe che «resuscita sotto diverse forme». Le gonne di Miuccia sono spesso midi, ampie e strutturate, ma anche sofisticate con decorazioni in piuma di struzzo, abbinate a camicie e cardigan girocollo per un look quasi collegiale reso più prezioso da una collana gioiello o etnica. La camicia ha spesso un taglio maschile o diventa blusa girocollo con plissettatture. Questo outfit chic ma con un’allure underground è perfetto per diverse occasioni, dalla giornata in ufficio alla cena con le amiche o l’evento mondano.

Miuccia sulla passerella di MiuMiu a Parigi.

Miuccia sulla passerella di MiuMiu a Parigi.

LA PASSIONE PER IL VINTAGE
«Sono arrivata alla moda perchè non trovavo nulla da comprare!». Per anni Miuccia ha indossato abiti vintage, capi di seconda mano e uniformi prima di iniziare a fare abiti in una sartoria per abbigliamento da bambini. E proprio la passione per il vintage è ancora visibile nei suoi look di oggi. Lo stile eclettico, indipendente e femminista di Miuccia che vediamo nelle sue collezioni si rispecchia nei capi che indossa: trench, giacche dal taglio talvolta maschile che ricordano quelle delle uniformi e cappotti con spalle ampie sono elementi tipici della moda di Miuccia Prada, che ha dichiarato al The Guardian: «Io direi: indossate il vintage. Direi: siate forti e orgogliose. Siate chic con qualcosa di meno caro.»

Miuccia ad un evento della Fondazione Prada a Venezia.

Miuccia ad un evento della Fondazione Prada a Venezia.

Miuccia è maestra nell’abbinare questi capi a gonne iper-femminili e creare così una nuova eleganza. Se il vintage è la vostra passione (o se siete sempre state tentate ma non avete mai osato), per il 2016 andate alla ricerca di un trench lungo oltre il ginocchio, ma anche di un bomber di seta con decorazioni e ricami sulle spalle e di un cappotto in pelliccia (finta). Come Miuccia, puntate su un capospalla che sia il protagonista del vostro outfit e che vi faccia sentire uniche e sofisticate; decisamente non banali.

BYE BYE CLICHÈ DI BELLEZZA E SENSUALITÀ
«Perchè amo la moda? Perchè è un qualcosa di molto personale, quasi come un racconto intimo» ha detto Miuccia in un’intervista a Repubblica del 2015. Un commento che rappresenta appieno la stilista milanese, che ha vissuto un’evoluzione da giovane cattolica borghese a designer e attivista di sinistra. La moda è un mondo libero per Miuccia, che ha dichiarato di aver introdotto nel fashion system il ‘mondo del brutto’, da lei opposto ai clichè tipici della bellezza e della donna sexy. Essere belle e sexy non vuol dire solo mini-abiti e scollature, bensì osare con un concetto di sensualità più interessante. Nel vostro guardaroba non può dunque mancare una gonna longuette che segua le forme ma che arrivi al ginocchio (non più corta!), da abbinare ad una blusa dal tocco austero o una camicia da uomo portata sbottonata al punto giusto. Osate anche con una camicia nera in seta e pizzo, con trasparenze da mostrare solo nelle occasioni giuste e da coprire con un blazer dal taglio morbido o una giacca in pelle. Il must-have dell’inverno? Il pantalone palazzo in lana, che fascia i fianchi e allunga le gambe, rigorosamente portato con tacchi alti e con un top semplice e non scollato.

Miuccia Prada presenta a Milano la collezione Autunno/Inverno 2015.

Miuccia Prada presenta a Milano la collezione Autunno/Inverno 2015.

Per uscire un po’ più dagli schemi, mixate tessuti e stili rafforzando i contrasti: la gonna a pieghe in seta è perfetta con la felpa oversize o con un chiodo in pelle con t-shirt, mentre una gonna più rock in tessuto metallico può essere resa più elegante da un morbido maglione in cachemire.

L’abbinamento gonna a pieghe e maglione: Miuccia ai British Fashion Awards 2013.

L’abbinamento gonna a pieghe e maglione: Miuccia ai British Fashion Awards 2013.

Un consiglio: attenzione alle gonne plissettate se avete i fianchi un po’ abbondanti. Abbinatele ad un blazer lungo doppiopetto e focalizzate l’attenzione sui gioielli. E tenete sempre conto di una regola d’oro di Miuccia: no alla comodità, se porta sciatteria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Look Argomenti: Data: 14-11-2016 10:38 AM


Lascia un Commento

*